Per le imprese lombarde attivati in 200 giorni 400 milioni

“Nei primi 200 giorni di governo di Regione Lombardia nel settore Industria e Artigianato, l’Assessorato ha sviluppato azioni per oltre 400 milioni di euro”.

Lo ha detto Andrea Gibelli, vice presidente della Regione e assessore all’Industria e Artigianato nel corso di una conferenza stampa Palazzo Pirelli, convocata per illustrare i dati dell’Assessorato per il 2010 e per il 2011.

“Una mole di impegno e di risorse assai considerevole – ha detto Gibelli – a conferma dell’attenzione che sempre abbiamo per il nostro mondo del lavoro e delle imprese, particolarmente di quelle medie, piccole e artigiane. In nessun caso si è trattato di distribuzione di denari a pioggia, ma sempre di investimenti su settori e linee individuate come strategiche: più di 100 milioni per promuovere l’aggregazione di impresa in tema di innovazione; più di 180 milioni per favorire l’accesso al credito e più di 130 milioni di fondi per sostenere la competitività del sistema imprenditoriale lombardo”.

Il vice presidente ha ricordato, in tema di innovazione, il progetto ‘TREND’, finalizzato a elaborare, testare e validare modelli fortemente replicabili di efficientamento energetico e di utilizzo di fonti energetiche alternative nelle PMI. Per quanto riguarda l’accesso al credito, Gibelli ha spiegato come si è rafforzato il sistema di garanzie per favorire l’accesso al credito delle piccole e medie imprese e come nel corso del 2010 è stato dato nuovo impulso al ‘Fondo di Garanzia Made in Lombardy’.

Tre i fondi importanti per la competitività: il fondo rotativo per l’imprenditorialità, il fondo per il sostegno delle nuove attività e il fondo di rotazione per l’internazionalizzazione. Per quanto riguarda il 2011, quanto all’assessorato guidato da Gibelli “ci sarà – ha spiegato il vice presidente – attenzione al tema dell’attrattività d’impresa nella nostra Regione.

Questo tema sarà prioritario per le politiche 2011. Si intende infatti avviare un programma di supporto all’insediamento di nuove imprese che coinvolga, attraverso un patto territoriale di sviluppo, tutti i soggetti interessati: pubblica amministrazione locale, camere di commercio, fondazioni bancarie, agenzie locali e nazionali di promozione.

Per l’acceso al credito l’impegno di Regione Lombardia sarà orientato sia al sostegno dei confidi che alla promozione di nuovi modelli operativi capaci di ridurre progressivamente l’uso di fondi pubblici.

“Entro il primo semestre verrà lanciato – ha detto ancora Gibelli – un nuovo programma di supporto alla ricerca e all’innovazione dedicato ai settori e ai distretti che rappresentano l’eccellenza tecnologica lombarda”.

Anche grazie all’Accordo di Programma con il MIUR sarà messo in campo un significativo pacchetto di risorse (120 milioni di euro). L’aggregazione è poi un elemento fondamentale non solo per l’innovazione ma anche per la crescita della competitività delle azione lombarde, che scontano grosse difficoltà a causa delle frammentazione.

Nel 2011 si intende dare nuovo impulso a tale tema con il programma ‘Ergon’, che prevede uno stanziamento di circa 16 milioni di euro. Nel campo dell’internazionalizzazione si sosterranno gli strumenti di voucher e progetti di accompagnamento alle imprese, che non hanno mai operato sui mercati esteri e si sosterrà la ristrutturazione e il rilancio delle aziende in difficoltà. Un ruolo fondamentale avrà anche il procedimento di semplificazione per quanto concerne il mondo imprenditoriale. Gibelli ha inoltre annunciato che, in questo 2011, proseguirà l’iniziativa ‘Assessorato Itinerante’.

Comments

comments